...... Sono sempre stato in dubbio se introdurre la pagina "chi sono" sul mio sito, perché spesso, navigando su internet, sono incappato in siti - anche ben fatti e simili al mio - che in questa sezione riportavano scialbe descrizioni piatte e telegrafiche che sembravano più un "curriculum vitae", che due righe per spiegare chi è l'autore delle pagine web che si stanno consultando. Di contro, penso che chi entra in un sito prevalentemente fotografico come questo, abbia il diritto di poter sapere anche chi ci sia dietro quelle fotografie.

...... Fatta questa breve premessa, vado a presentarmi: come facilmente si intuisce dal soprannome "Max", il mio nome di battesimo è Massimo, nome, di origine romana, che mi ha donato mia madre, mio padre voleva chiamarmi Manlio, ma forse è andata meglio così …

...... Il cognome, Ruzzenenti - sul quale potrei scrivere un piccolo vademecum con tutti i modi in cui è stato storpiato nel corso degli anni - invece è di origine veronese (mio nonno era di Mozzecane), ma anche nella zona del bresciano se ne trovano molti, tra cui il prof. Marino Ruzzenenti , che probabilmente è il mio omonimo contemporaneo più famoso e del quale sono un sostenitore delle sue battaglie.

...... Sono nato nell'ormai lontano 1969 (anno del quale tutti i miei coscritti vanno giustamente fieri ...) all'ombra del Cupolone, anche se la mia permanenza nella Capitale (per la verità a Ostia) è durata solo per i primi 7 anni della mia vita.

...... Da allora vivo a Trento, alle pendici di quelle montagne che, solo dopo parecchio tempo della mia permanenza in Trentino, ho imparato ad amare.

...... Da bambino, come molti miei coetanei, adoravo il calcio, mi piaceva sia giocarlo che guardarlo. Per 10 anni ho giocato in una squdra locale, il Piedicastello, ero un modesto terzino, ma di quel periodo mi piace ricordare soprattutto che facevo parte di in un bel gruppo di amici, molti dei quali lo sono ancora.
Poi, ho cominciato a seguire la mia squadra del cuore - la Roma - negli stadi di mezza Italia, ma il calcio che tanto mi appassionava un tempo era ancora un giuoco e il calciatori degli sportivi; ora il calcio è solo un businness e i calciatori delle star e a me non piace ne l'uno ne gli altri, quindi ora è scaduto come l'ultimo dei mie interessi.

...... Non ho mai amato particolarmente studiare, ma sono riuscito a portare a termine le scuole superiori senza intoppi, conseguendo quel diploma di geometra, grazie al quale adesso lavoro presso il servizio tecnico dell'Istituto per le case popolari del Trentino.

...... La mia passione per la montagna, invece, è iniziata ... "da dentro"- mi spiego - la prima attività che mi ha appassionato è stata la speleologia, che ho praticato con soddisfazione per circa 3 anni. Trovandosi le grotte ovviamente in ambiente montano, ho imparato ad apprezzare anche gli avvicinamenti a quel mondo sotterraneo che tanto mi affascinava. Così - piano, piano - ho cominciato ad andare in montagna anche senza l'obiettivo di "infilarmi" in una grotta, iniziando ad apprezzare il trekking e le grandi camminate, ma anche la mountain bike e le belle pedalate.

...... Quando ho cominciato a sentire il bisogno di vivere la montagna tutto l'anno e non solo nella bella stagione, mi sono procurato un paio di ciaspole e ho cominciato a "pestolare" neve anche l'inverno.

...... Ma la vera svolta è stata sostituire le racchette da neve con gli sci, lo scialpinismo, infatti, è di gran lunga il modo in cui adesso preferisco frequentare la montagna. Il fascino della neve, che rende ancor più magici i paesaggi, la salita, con cui si apprezza il panorama mentre si fatica verso una vetta e la discesa, che regala divertimento e soddisfazione quando si indovina la gita giusta.

...... Montagna a parte, amo viaggiare, vedere posti nuovi, conoscere gente con tradizioni e culture diverse dalla nostra. In questo senso il viaggio in Nepal che ho fatto nel 2003 è stata sicuramente l'esperienza più importante e forte, ma anche dalla Spagna del Nord e dall'Irlanda ho portato via dei bei ricordi.

...... Sono un amante di quelle che io definisco le "piccole cose" e la natura di solito mi offre sempre i migliori spunti: il cielo che si tinge di rosa all'alba, il sole che si spegne nel mare al tramonto, una montagna che si specchia in un lago, un camoscio che ti osserva da una guglia, un piccolo borgo sconosciuto di poche case in sasso che non c'era sulle guide turistiche e un vecchietto che non conosci che ti saluta amichevolmente da sotto la barba bianca, sono tutte cose che mi riempono una giornata. Amo le cose semplici, mi affascina tutto quello che viene dalla natura e dalla tradizione ma anche ciò che - in maniera tecnologica, intelligente e salutare - sa farci vivere meglio.

...... Sono un bastian contrario, sono contro l'inceneritore, contro la TAV, contro gli impianti da sci, contro la globalizzazione, contro le basi americane, contro tutte le guerre (anche quelle che chiamano "missioni di pace"), contro le multinazionali e sono straconvinto che il "mio benessere" non abbia nulla a che fare con quanto cresce il PIL.
Ma qui il discorso rischia di farsi complicato e di diventare troppo lungo ...

...... Con le mille contraddizioni che il vivere nella società di oggi ci impone, cerco di farlo nel modo più naturale, semplice e sobrio possibile. Io e la mia compagna - piano, piano - stiamo cercando di autoprodurci quante più cose possibili in casa: dal pane allo yogurt, dall'acqua minerale alla birra, dai biscotti ai cioccolatini, dalla maionese alle barrette, ecc..
Tante piccole cose che sono sicuramente più buone e genuine di quelle fatte a livello industraile, danno maggior soddisfazione che a comprarle, fanno risparmiare qualche soldo, oltre che a ridurre sensibilmente i rifiuti che invece si lasciano dietro quelle acquistate nei supermercati.

...... Chi mi conosce sa che sono una persona molto riservata e che della mia vita privata non mi piace parlare. In due parole posso dire che mi sono sposato forse troppo giovane e come spesso accade in questi casi il mio matrimonio si è concluso con una separazione. Ho una bellissima figlia, Valentina, che è una delle gioie della mia vita e da qualche anno convivo con Sara, che fino ad oggi "mi sopporta" con amore e pazienza ...

...... Max